Archivio tag: san pietro

Parco in Musica 2011 – concerto all’Abbazia San Pietro in Valle

Dopo il successo delle edizioni precedenti, ritorna la grande musica d’autore nell’Abbazia di San Pietro in Valle. Nella splendida cornice del chiostro dell’Abbazia quest’anno verrà proposto un concerto intitolato “MIGRANTI” nell’ambito dell’ottava edizione del festival di musica antica “Parco in Musica” a cura dell’Accademia Barocca W.Hermans.

Questi i nomi dei musicisti che parteciperanno all’evento:

Gabriella Martellacci – contralto

Fabio Ceccarelli – flauto traversiere

Paolo Cantamessa – violino

Sara Montani – violino

Alessandra Montani – violoncello

Gabriele Palomba – tiorba

Fabio Ciofini – clavicembalo e maestro di concerto

Possibilita’ di abbinare il pernottamento con il concerto alla tariffa di Euro 135,00 per camera doppia con colazione inclusa e posto riservato al concerto.

www.accademiahermans.it per informazioni sull’attivita’ e su gli altri concerti.

Visita all’Abbazia di San Pietro in Valle – quarta parte

Giungiamo quindi nel cuore dell’Abbazia: IL CHIOSTRO ROMANICO, superando l’arco di entrata, con la porta che un tempo permetteva ai monaci di separare le aree destinate anche ai forestieri dalla zona destinata esclusivamente ai religiosi. Il piano inferiore e’ costituito su tre lati da portici con poderose volte a crociera sostenute da robuste e basse colonne di pietra rosa locale. Fu costruito nel XIII secolo e vi si trovano la vecchia sagrestia ed il refettorio, dove i monaci consumano i pasti della giornata. Il pavimento dell’area centrale e’ formato da laterizi disposti a spina di pesce ed al centro si trova un’ara pagana, sulla quale sono ancora visibili i segni di antichi bassorielievi scolpiti. Il piano superiore e’ decorato da affreschi risalenti al XIII secolo ed e’ caratterizzato su un lato dall’elegante loggiato arrichito da 11 colonne che sorreggotto archetti a tutto sesto. Il lato settentrionale del portico, in comune con la navata destra della chiesa, e’ scandito da 3 alti ed ampi archi sorretti da pilastri quadrangolari. Il portale che conduce alla chiesa e’ decorato ai lati da due altorilievi di eta’ longobarda risalenti al IX secolo. A sinistra e’ raffigurato San Pietro che indossa una corta tunica e tiene in mano una croce, simbolo del martirio, e l’enorme chiave del paradiso. A destra c’e’ invece San Paolo con una tunica piu’lunga ed i calzari, ha una folta barba e tiene in mano una spada.

Non dimenticate di visitare la SALA LETTURA al piano superiore del chiostro, dove una parete e’ decorata con un grande affresco raffigurante San Francesco, che per una volta possiamo datare a pochi anni fa. All’Abbazia infatti venne girato il film “Marcellino Pane e Vino”, ambientato appunto in un monastero ed il dipinto realizzato per una scena venne lasciato al termine delle riprese a decorare la ben piu’ antica parete della sala.

Da vedere nei dintorni dell’Abbazia

LA CASCATA DELLE MARMORE
Con i suoi 165 metri di altezza, la cascata e’ tra le piu’ alte d’Europa e senza dubbio quella con la storia piu’ affascinante alle spalle che forse non tutti conoscono. Quando ci troviamo infatti di fronte allo spettacolo dei tre balzi delle acque dall’alto della rupe che sovrasta la Valnerina e difficile pensare che non stiamo ammirando uno spettacolo della natura, ma in realta’ l’opera dell’ingegno dell’uomo. Infatti tutto ha avuto inizio con la decisione in epoca romana di far defluire le acque malsane delle paludi presenti nelle piane reatine sovrastanti appunto la Valle del Nera. Venne quindi realizzato un canale che permetteva alle acque di scorrere verso la rupe e gettarsi quindi nel fiume di sotto. Successivamnete in epoca moderna la cascata venne sfruttata per scopi idroelettrici e per questo oggi l’apertura delle acque stesse sono regolate da degli orari precisi. Tra l’altro vi consigliamo di far coincidere la vostra visita con l’orario di apertura, in modo da poter ammirare nella sua interezza il passaggio da una parete di roccia al muro di bianca spuma ormai famoso nel mondo.
Da pochi anni poi vari sentieri sono stati attrezzati intorno alla cascata in modo da poter collegare il belvedere inferiore con quello superiore e gustare i tre balzi delle acque da tutte le possibili angolazioni, anche quelle piu’ vicine e rinfrescanti, soprattutto in questo periodo! Potete inoltre visitare altri sentieri che percorrono le sponde del fiume Nera, altamente sfruttato per sport come rafting e canoa fino al piu’ adrenalitico hydrospeed.
Possiamo suggerirvi per esempio di abbinare a queste attivita’ sportive un soggiorno in Abbazia che dista appena 10 minuti di auto dalla Cascata.

Per informazioni e per gli orari della cascata visitate il sito: http://www.marmorefalls.it/

Le sagre in Umbria

Visto il gran caldo di questi giorni, vi proponiamo oggi una selezione di alcune sagre paesane in Umbria, dove e’ possibile abbinare una serata al fresco lontano dall’afa della citta’, con l’allegria e con il buon cibo casareccio che e’ di casa nelle campagne umbre

SAGRA DEGLI GNOCCHI a San Liberato di Narni (TR)
dal 15 al 24 Luglio

SAGRA DEI BRIGNOLI a Lisciano Niccone (PG)
dal 15 al 24 Luglio
Il brignolo e’ un tipo di spaghetto di grande dimensione generalmente condito con ragu’ di carne. Verranno inoltre proposti altri abbinamenti con carne di daino, tartufo e sugo di pesce

SAGRA DELLO SPAGHETTO DEI CARBONAI a Fratticciola Selvatica (PG)
dal 15 al 24 Luglio
protagonista della sagra e’ lo spaghetto dei carbonai, piatto semplice e genuino che appunto rappresentava l’alimento principale per i carbonai. Da ricordare inoltre la Rassegna del Mulo e del Cavallo da Soma con esemplari giunti da tutta Italia e lo spettacolo, l’ultimo giono della festa, della Corsa dei somari.

SAGRA DEL PORCHETTO a Baschi (TR)
14-17 Luglio e 21-24 Luglio
I sapori tipici del territorio saranno i protagonisti di questa festa, con il posto d’onore chiaramente dedicato alla porchetta ed il  maiale declinato in tutte le sue possibili gustose variazioni